sospetti

Si è tenuto il 10 Ottobre scorso la Giornata Nazionale della Psicologia, volta a sensibilizzare la popolazione alla comprensione del lavoro dello psicologo nelle diverse aree di intervento. In questa prima ricorrenza Bologna, sede dell’Ordine dell’Emilia Romagna, è stata palcoscenico di una cerimonia con cui l’Ordine ha accolto i nuovi iscritti. In serata tutta la cittadinanza è stata invitata ad uno spettacolo a sfondo psicologico portato in scena dal gruppo teatrale Cicuta e intervallato da brani musicali a tema dagli Psicantria, che ne riprendevano i fili della storia.

“Al di sopra di ogni sospetto”, questo il titolo del giallo recitato a canovaccio, ricostruiva tramite numerosi flash back gli ultimi giorni di vita di Daniele Costa, psicologo clinico con specializzazione nello stress lavoro correlato. I 4 personaggi sospettati del suo assassinio rappresentavano anch’essi diverse aree di lavoro, con lo scopo di offrire una panoramica generale di questo mondo spesso oscuro al comune cittadino.

Cicuta e la dott.ssa Prampolini Francesca
Cicuta e la dott.ssa Prampolini Francesca

Chiudevano il cast due improbabili detectives che, con interrogatori semiseri, fornivano agli spettatori importanti dettagli e impostavano la scena agli attori aiutandoli a ricostruire i differenti momenti inerenti gli ultimi istanti di vita del dottor Costa.  Caratteristiche e obiettivi dei personaggi apparivano ben delineati fornendo al pubblico la comprensione dei singoli moventi. Gli incarichi lavorativi, messi in luce dalle diverse personalità degli attori, strutturavano lo sfondo su cui tutto si muoveva: venivano così rese note alcune attività dello psicologo come il debriefing di gruppo allestito, per l’occasione, in una centrale di polizia da una eccentrica psicologa delle emergenze; gli obiettivi e gli ambiti lavorativi di uno psicologo dello sport; l’importanza del sostegno in ambito militare e quali le possibili conseguenze cliniche su persone esposte a situazioni ad alto rischio; le problematiche che potrebbe dover affrontare un professionista chiamato in azienda a valutare lo stress dei dipendenti e con chi potrebbe venirsi a scontrare.

Le figure dei due poliziotti rappresentavano invece quella parte di realtà quotidiana maggiormente prevenuta e poco consapevole verso le dinamiche personali interne e relazionali che delineano noi stessi e la realtà che ci circonda. Qualcuno che spesso si incontra sul cammino dello psicologo: persone a volte scettiche o sprezzanti verso la professione oppure semplicemente ignare dell’importanza di un intervento effettuato con cura.

Lo spirito che ha animato quest’anno l’Ordine dell’Emilia Romagna, e più in generale l’istituzione della Giornata stessa, è quello di offrire l’immagine di una Psicologia svecchiata dalla classica rappresentazione clinico-dinamica per traghettare l’immaginario collettivo verso una percezione della Psicologia come una professione multi sfaccettata che si occupa a tutto tondo della persona e delle sue relazioni e che costituisce un’essenziale professione d’aiuto.

Al di sopra di ogni sospetto