Ognuno di noi vive situazioni oggettivamente simili tra loro ma elaborandone una rappresentazione mentale (pensieri) totalmente personale, a seconda dei propri punti di vista e del vissuto individuale. Da questa rappresentazione mentale dipendono le reazioni emotive e comportamentali di ciascuno. I processi cognitivi, le emozioni ed i comportamenti si influenzano a vicenda rinforzandosi reciprocamente. Quando essi sono particolarmente negativi potrebbe generarsi un circolo vizioso difficile da rompere

La terapia cognitivo-comportamentale si basa sull’intervento centrato sul presente della persona (qui ed ora) ma tenendo conto della storia evolutiva del singolo che lo ha portato ad interpretare le situazioni in maniera totalmente personale rispetto a qualunque altro individuo.
Modificando il modo di pensare è possibile influire sia sulle emozioni che sui comportamenti.

Per fare ciò è importante:
1. Essere consapevoli dei propri pensieri all’interno di situazioni problematiche
2. Imparare a leggere correttamente le proprie emozioni
3. Acquisire abilita’ comportamentali assertive