L’età evolutiva indica una fascia di anni che va dall’infanzia all’adolescenza; in questi anni il bambino dovrà rendersi conto che molte delle sue strategie e idee devono modificarsi per accordarsi alla sua crescita biologica, psicologia e sociale, sino a divenire un adulto.
Tappe fondamentali come l’inizio della scuola, l’integrazione con gli altri, l’apprendimento di regole, il cambiamento del corpo sono tutte sfide importanti e, in quanto tali, possibili fonti di difficoltà e disagio.

A volte i genitori sono troppo coinvolti nella vita del bambino, altre volte sembra instaurarsi una sorta di incomunicabilità tra le generazioni; entrambe queste situazioni rendono difficile per i genitori e i bambini affrontare la crescita e il cambiamento.

In questi casi aiutiamo le famiglie a rinnovare la comunicazione, a ristrutturare regole e abitudini che, se una volta risultavano efficaci, sono adesso obsolete. Quando la comunicazione torna a circolare tra le generazioni, è possibile parlare in maniera più chiara del problema e ideare insieme la strategia più adatta ad affrontarlo.